Omelia 6 gennaio 2018
Epifania del Signore

Sia lodato Gesù Cristo.

E buona festa a tutti noi!
Oggi la Chiesa celebra una grandissima festa di fede, la festa dell’Epifania.
Che cosa vuol dire la parola “epifania”?
Usando le parole della teologia, epifania è una “manifestazione di luce”, la luce di Dio che porta l’uomo alla salvezza eterna.
La luce è la presenza di Dio nel mondo, e questa luce che ci porta a Dio è Gesù Cristo, il Salvatore del mondo.
Ecco perché oggi noi celebriamo questa manifestazione di una luce grandissima che viene da Dio.

Nel nostro mondo ci sono due cose potenti che condizionano la vita dell’uomo: la prima è la luce, una realtà bellissima, che ci aiuta a guardare le cose del mondo e la realtà di Dio in maniera aperta; poi abbiamo la forza delle tenebre, il buio, che ci porta fuori dal mondo di Dio.

Ecco perché oggi, in questa festa dell’Epifania, insieme con voi preghiamo che la luce di Dio continui a brillare nel nostro mondo per mandare via il buio che ci divide, che divide e separa l’uomo da Dio e l’uomo dal fratello e dalla sorella.

Nel Vangelo (Mt 2, 1-12) abbiamo sentito una testimonianza fortissima, i Magi, che sono i simboli delle razze che abbiamo nel mondo.
Abbiamo sentito una realtà molto importante: i Magi hanno portato al Signore Gesù Cristo i loro doni, l’oro, l’incenso e la mirra.
Li hanno portati come una manifestazione del loro amore verso questo Dio che viene a salvare l’umanità.
La domanda ora sia questa: se i Magi hanno portato i loro doni per il Signore, noi oggi a Ferrara, in questa chiesa dell’Immacolata, cominciando da me don Erkolano, che cosa possiamo dare al Signore come nostro dono?
Possiamo dare diverse cose al Signore, ma oggi il Signore chiede una cosa molto importante che dobbiamo dargli come dono, ed è il dono della vita.
Dobbiamo dare al Signore la nostra vita umana, la nostra fragilità: possiamo portare all’altare del Signore tutti i nostri problemi, i problemi della salute, la paura che abbiamo nel mondo, la nostra giovinezza, la nostra vecchiaia, i nostri problemi, anche la guerra che c’è oggi nel mondo.
Portiamoli al Signore come nostro dono, così Dio che ci ama tanto cambierà la nostra situazione molto presto da una realtà sofferente a una realtà di grande gioia.
Perché dove c’è Dio c’è sempre gioia, dove c’è Dio c’è sempre la luce perché Dio è sempre con noi e non ci sarà nessuno che ci porterà fuori dal nostro Dio.

Sia lodato Gesù Cristo.

Rosanna Ansani Zappaterra: dall’omelia di don Erkolano nella S.Messa delle 9.30
– Parrocchia Immacolata –