Consiglio Pastorale Parrocchiale

Carissimi parrocchiani,

se una realtà pastorale non trova momenti di corresponsabilità, rischia di essere un insieme di persone che subiscono le scelte di uno o più parroci. La nostra comunità, invece, si è espressa con grande forza nel desiderio di partecipare alla vita pastorale. Nelle scorse domeniche ben 173 persone hanno espresso un parere circa la vita che nei prossimi tre anni verrà resa presente dalle esigenze di chi vive la parrocchia come segno della presenza di Cristo nel nostro quartiere.

Come parroco vivo sentimenti di gratitudine nei confronti di chi si è candidato e di chi ha ricevuto il consenso da parte della comunità.

Il consiglio pastorale parrocchiale è il luogo nel quale ciascun fedele, in spirito di comunione, mette a servizio degli altri i propri carismi. Il consiglio diventa l’organismo che traduce nella concretezza e adatta alla realtà locale gli orientamenti diocesani, favorendone la progressiva assimilazione.

È segno di comunione con l’azione pastorale dettata dall’Arcivescovo e in questi anni segno di sinodalità.

L’Arcivescovo nel visitare la nostra comunità, nel ricordo di don Giovanni, ci ha lasciato un segno della sua presenza con le seguenti parole: “La verità non è soltanto un discorso, ma è uno stile coerente fino alla fine, che per Gesù è la morte in Croce. È la verità di Dio Amore e che chiede amore a coloro che vogliono vivere nella verità. Nello stile di vita di don Giovanni noi abbiamo riconosciuto la verità del Vangelo. Don Giovanni ci ha abituato a guardare alla verità che è Cristo, perché questa ci orientasse nella vita quotidiana e nel cammino di santità a cui tutti siamo chiamati. E non a parole, ma nei fatti. Troppi parolai ci vendono la verità a poco prezzo: dobbiamo diffidare e guardare invece a uomini e donne che danno la vita per gli altri.

Per questo, cari fratelli e sorelle, immaginiamo ancora don Giovanni nella casa del Padre contemplare la verità tutta intera, Cristo Gesù, Creatore e Re dell’universo, che ha guidato la sua vita. E, nella sua contemplazione del Signore, don Giovanni ci ricorda ancora che Gesù Cristo, morto e risorto per noi, è il principio e il fine della storia, la via, la verità e la vita.”

Vista la partecipazione e l’entusiasmo, ho deciso di rinunciare alla mia nomina, perciò i primi 12 eletti faranno quindi parte di questo Consiglio, nonostante lo scarto sia risultato minimo, e mi riservo di convocare persone che ritengo possano dare un contributo alla discussione, in base ai temi che affronteremo.

Proseguiamo insieme in questo cammino e cresciamo nella comunione d’Amore che Dio ci continua a proporre ed indicare.

    Grazie.

don Stefano e don Valentino

ELETTI IN ORDINE ALFABETICO

1 Anna Marocchino
2 Davide Sammaritani
3 Elisabetta Vecchi
4 Federica Brunetti (Chicca)
5 Francesco Pietrogrande
6 Maddalena Manfrini
7 Marianna Pellegrini
8 Michele Guerzoni
9 Riccardo Piffanelli
10 Riccardo Sorio
11 Rosanna Ansani e Giorgio Zappaterra
12 Stefano Ferraro